(IN) Netweek

BUCCINASCO

Yoga in gravidanza: i benefici per mamma e bebé Parliamo con Cristina Florio, autrice di “Yoga in gravidanza”ed insegnante presso la palestra Mc2 di Buccinasco

Share

La gravidanza è un momento cruciale nella vita di una donna: mutamenti fisici e psicologici si susseguono e, spesso, le future mamme si domandano che cosa sia più giusto fare per il proprio benessere e per quello del proprio bambino. Intanto, salvo controindicazioni mediche, è importante mantenere il corpo in attività. Le più indicate, a questo proposito, sono discipline dolci e senza sforzi, come le passeggiate o il nuoto leggero. E lo Yoga, una pratica millenaria che coinvolge il corpo e la mente attraverso il respiro, favorendo la concentrazione ed il rilassamento. Un vero toccasana per chi deve gestire un pancione ingombrante e, a volte, si sente rigida e un po’ a corto di fiato. Ne parliamo con Cristina Florio, autrice di Yoga in gravidanza Un cammino per conoscersi meglio.

Cristina, anzitutto complimenti per il tuo aspetto fisico, non sembra proprio che tu abbia avuto quattro figli, l’ultimo dei quali meno di un anno fa. Qual è il tuo segreto?

Sarà perché praticare yoga rallenta il processo di invecchiamento? O perché, come tutte le altre donne e mamme, siamo sempre in movimento tra lavoro e famiglia? Comunque grazie per il complimento!

Come insegnante di Yoga in gravidanza, quali esercizi consigli per alleviare i classici disturbi che affliggono alcune donne?

Nausea, mal di schiena, stipsi, mancanza d'aria, sciatalgia… chi più ne ha più ne metta. In gravidanza succede spesso di dover fare i conti con questi piccoli-grandi fastidi. Non esiste la bacchetta magica né tantomeno il consiglio giusto; esistono persone e soggettività uniche, stati mentali e fisici individuali che necessitano, quindi, di un'attenzione mirata. Mi sento, però, di dire con assoluta generalità che lo yoga praticato costantemente porta a raggiungere numerosi vantaggi. Il corpo acquista maggiore flessibilità, la circolazione migliora grazie ad un maggiore apporto di ossigeno ai muscoli ed ai tessuti dato da una respirazione lenta e consapevole. Lavorare sul corpo aiuta a riconoscerne le potenzialità e rispettarne i limiti. Imparare a rilassarsi con efficacia e a fare gli esercizi con scioltezza ed armonia, nonostante il peso del bambino in pancia, migliora la qualità del sonno, offre maggior presenza e affina le percezioni utili a gestire al meglio tutte le proprie sensazioni fisiche ed emotive. Inoltre fa sentire più energiche.

In che modo può essere utile lo Yoga in sala parto?

In sala parto ci siete voi e il vostro bambino. È il vostro personale viaggio e nessuno dovrebbe decidere al vostro posto le tappe di sosta, le visite, quando ripartire e quando finire il tour… Praticare yoga ai fini del parto è utile perché, nel momento in cui ti trovi a dover partorire il tuo bambino, la cosa che conta di più sei tu, il tuo istinto personale e una grande e totale fiducia nel tuo corpo competente. Lo yoga è uno strumento, è un cammino per conoscersi meglio, ci aiuta a scoprire quale respirazione ci tranquillizza di più, se preferiamo imparare a gestire la voce lasciandola uscire dal diaframma per gridare consapevolmente durante il dolore della contrazione oppure se preferiamo soffiare ed imparare a mantenere un'espirazione lunga, aperta e distesa. Gli esercizi di respirazione insegnano a guardarsi dentro, ad estraniarsi da tutto ciò che ci sta attorno, ci aiutano ad affinare la concentrazione necessaria per entrare in armonia e fiducia nelle forti sensazioni che si incontrano durante il momento del parto. Ogni travaglio ha un suo ritmo personale e, concentrandoci sul nostro, impariamo a gestirlo e ad adeguarci ad esso, ad abbandonarci di più all'istinto.

Vi sono controindicazioni per la pratica dello Yoga in gravidanza oppure questa disciplina è alla portata di tutte le donne?

Non esistono controindicazioni; quando la gravidanza si avvia e procede in modo fisiologico si può praticare yoga sin dall'inizio, dalla 13ª settimana fino alla data presunta del parto. I corsi che organizzo propongono la pratica sia di mattina che di tardo pomeriggio accontentando un po' tutte le esigenze, soprattutto per le donne che ancora lavorano. Inoltre, propongo una lezione di yoga a coppie dove poter praticare insieme facili posizioni e un dolce momento di rilassamento guidato.

Concludiamo con un accenno alla filosofia dello “stare”: quanto è importante per una donna di oggi, divisa tra lavoro, famiglia, problemi e distrazioni, riscoprire la consapevolezza di se stessa, del proprio corpo e della propria creatura? E come lo Yoga può aiutarla in questo percorso interiore?

Frequentare un corso di yoga per gestanti è un ottimo modo per fare conoscenza con altre donne e rimanere in contatto nel dopo parto, che è molto importante per condividere i momenti in comune e fare rete per non restare da soli. Nel gruppo classe si fa esercizio fisico ma non solo… Ci si educa a credere in se stesse perché ognuno di noi ha tutti gli strumenti a disposizione per conoscere e poter intervenire. Impariamo dal centro di noi stesse, dei nostri limiti, dalle nostre abilità. A volte serve solo provare: basta srotolare un tappetino, sedersi ad occhi chiusi e tenere le mani appoggiate sulla pancia…

Grazie Cristina, sei stata esaustiva e gentile. Arrivederci e… namasté.

Grazie a voi, di cuore!

Cristina Florio aspetta tutte le future mamme presso la palestra MC2 in via Aldo Moro, 1 a Buccinasco, ogni martedì (17:30-18:30) e giovedì (9:30-10:30). Possibilità di pacchetti di cinque e dieci incontri. Per maggiori informazioni tel. 02.87020730

Yoga in gravidanza - Un cammino per conoscersi meglio 2016 RED! a 12 euro nelle maggiori librerie italiane ed online.

Leggi tutte le notizie su "Buccinasco"
Edizione digitale

Autore:mc2

Pubblicato il: 09 Marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.